Il mondo è a colori, ma la realtà è in bianco e nero 
Wim Wenders 

Il senso, l’obiettivo della mostra, ciò che collega le mie fotografie vuole essere il filo che brilla in bianco e nero e che si traduce nel racconto di come vivo e sento il territorio nel quale risiedo. 

Gli argomenti sviluppati attraverso l’itinerario fotografico riguardano, in primo luogo, quel grande spazio dove i fiumi Meduna e Cellina giocano a scomparire e a riapparire, la grava, i Magredi. Si tratta di una distesa di ciottoli levigati dall’acqua dalla forma tondeggiante. Una pianura solo in apparenza arida, ma in verità ricca di vita. 

In seconda istanza l’architettura sacra nelle sue molteplici forme, chiese, raffigurazioni e quant’altro si materializza in questa categoria.  

Per ultimo il castello di Zoppola che, attraverso la propria rappresentazione fotografica, desidera raccontare e andare a svelare ciò che in ognuno di noi riproduce di sé, in ricordi, narrazioni ed emozioni passate e presenti. 

 Antonio Panciera di Zoppola 


Inaugurazione:
20 luglio 2018 presso il Municipio di Zoppola.


Scarica la locandina digitale

Condividi su: